I video che troverete cliccando sulle foto sono stati gentilmente curati e postati in rete da PacotVideo

OMAGGI AL MONDO DEL CINEMA

XV EDIZIONE

Omaggio ai Doppiatori

Il Premio “Gianni Di Venanzo” è nato per dare la giusta importanza ed “illuminazione” agli Autori della fotografia cinematografica, una categoria mai valorizzata a dovere. Con la stessa logica ha voluto rendere omaggio alla figura dei doppiatori, veri e propri artisti, indispensabili nella realizzazione e distribuzione di un film.

Renato Izzo
Renato Izzo

Renato Izzo, scomparso il 30 luglio 2009, è stato un doppiatore, attore, sceneggiatore e produttore italiano. È stato il fondatore della casa di doppiaggio Gruppo Trenta (ora Pumaisdue) e direttore di doppiaggio di moltissimi film, tra cui Apocalypse Now di Francis Ford Coppola e Il cacciatore di Michael Cimino. Nel 2007 vinse il premio alla carriera al Gran Premio Internazionale del Doppiaggio e al Gran Galà del Doppiaggio Romics DD. Fra gli altri ha doppiato: Paul Newman in Era mio padre; Dennis Hopper in Apocalypse Now. È stato direttore del doppiaggio di moltissimi film e serie tv di grandissimo successo fra cui: Apocalypse Now, Incontri ravvicinati del terzo tipo, Dune, 9 settimane e ½, Thelma e Louise; I segreti di Twin Peaks.

Clicca sulla foto per vedere il video della premiazione di Rossella Izzo
Clicca sulla foto per vedere il video della premiazione di Rossella Izzo

Rossella Izzo è una regista italiana, figlia dell’attore Renato Izzo. Inizia la sua carriera di doppiatrice sul set di Il giudizio universale di Vittorio De Sica, seguendo la carriera del padre. Nella sua lunga carriera ha sempre doppiato attrici protagonisti: Maryl Streep, fra gli altri in La scelta di Sophie, Heartburn, La casa degli spiriti; Susan Sarandon in Thelma & Louise,  Twilight; Michelle Pfeiffer in Tequila connection, Batman - Il ritorno; Charlotte Rampling in Angel heart; Kim Basinger in Getaway .

XIV EDIZIONE

Omaggio agli Stuntman

Il Premio “Gianni Di Venanzo” è nato per dare la giusta importanza ed “illuminazione” ai direttori della fotografia, una categoria mai valorizzata a dovere. Con la stessa logica ha voluto rendere omaggio alla figura dello stuntman, vero e proprio artista, poco gratificata ma senza la quale molti generi di film, specie quelli d’azione, non sarebbero possibili.

Progetto Stuntman
Progetto Stuntman

Ideato da Gabriele Mansueto e diretto da Tommaso Basti, il reportage “Progetto Stuntman” è volto a dare il meritato rilievo all’opera svolta dagli Stuntman sui seti cinematografici e, congiuntamente, a restituire lustro ed attenzione al cinema d’azione, molto amato dal pubblico ma inspiegabilmente negletto, negli ultimi tempi, da registi e produttori nostrani. Indispensabilmente dietro ad ogni scena ad alta tensione c’è una persona che, per la natura del suo lavoro di “controfigura”, non diventa mai personaggio. Eppure il lavoro dello Stuntman è complesso e richiede grazie perizia ed abilità, tale da farne una figura artisticamente autonoma.

Durante la serata di premiazione sono stati premiati:

CLAUDIO PACIFICO, per aver valorizzato la figura dello stuntman italiano nel mondo.

OTTAVIANO DELL'ACQUA per il suo contributo nel cinema che è valso il successo di molti attori italiani

FERNANDA DELL'ACQUA, simbolo delle donne tenaci e capaci, orgogliose di intraprendere questa professione

GABRIEL CASH (Gabriele Crispino), regista indipendente, con l'augurio di evolvere il futuro del cinema d'azione in Italia.